Amico Arredatore

Salve, devo cambiare il mio vecchio armadio della camera e mi serve tanto spazio per i numerosi vestiti, miei e di mio marito. Potendo sfruttare i tre metri a disposizione e anche un angolo per due metri, cosa mi consiglia?
Classico problema di molti: vestiti tanti e poco spazio. Dunque presumendo che Lei possa dedicare un’altra stanza ad un secondo armadio per il cambio di stagione, con un angolo di due metri più tre nella parete principale, le soluzioni sono due: 1) la prima si presenta con l’armadio principale a sei ante battenti, oppure tre scorrevoli, da 90 cm o in alternativa due maxi da 135 cm, aggiungendo nell’angolo il classico vano a “L” a due ante (110×110 cm circa) ed a terminare i due metri sfruttabili, un vano a due ante battenti da 90 cm. Se il terminale è in prossimità della finestra chieda al suo arredatore un solo vano da 50 cm più un vano terminale, che con 40 cm di profondità invece dei canonici 60, sa essere meno ingombrante e da utilizzare per gli indumenti piegati. Per appendere gli abiti lunghi potrà utilizzare l’angolo a “L”, molto adatto a quest’uso mentre nei primi vani, sfruttabili per ogni sorta di attrezzatura interna, potrà finalmente inserire le cassettiere per l’intimo; 2) La seconda alternativa è la migliore e prevede la sostituzione dell’angolo a “L” con la più ambita “Cabina Spogliatoio Angolare”. Generosa nelle dimensioni rispetto alla sorella minore, la cabina è da valutare assieme al proprio arredatore (fra il letto e le ante angolari deve esserci il giusto passaggio): quest’ultima rappresenta un vero “Must” dell’arredamento da camera, per averla ed attrezzarla ad hoc, spesso si arrivano a spendere cifre importanti. Il lusso del resto non ha prezzo!


Avendo molto spazio a disposizione per il divano, mi consiglia un divano a penisola, angolare o il classico 3+2 posti?

Se la televisione, vera protagonista del soggiorno, è posizionata centralmente ad un angolo ampio, la scelta privilegia il divano angolare che permette di mettere a sedere comodamente più persone; se, invece, il televisore è al centro di una delle due pareti, è preferibile un tre posti laterale con penisola, magari a schienale lungo. Quest’ultima infatti, non avendo il bracciolo finale, permette – oltre che di stendere le gambe – di godere di una visione ottimale dei propri programmi televisivi, scegliendo il giusto verso al sofà. Ottimo e ancora attuale, il classico 3 posti abbinato al 2 posti, che raffigura la tradizione e crea ancora la migliore soluzione di arredo. Dipenderà ovviamente dai gusti personali e dai consigli del suo arredatore.


Redazione

La Prima e Unica Rivista di Casa della Repubblica di San Marino e Circondario.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!