Architettare: “Se devi fare un fitness club, fallo con stile”

Twenty E-Fitness Club nasce per soddisfare l’esigenza di vivere il fitness in modo veloce e personale, in un contesto sobrio ed elegante. All’interno del concept, ogni cosa è stata studiata per far vivere al cliente un’esperienza multisensoriale finalizza alla cura del proprio corpo.

Il progetto Twenty utilizza materiali e colori che ricordano più una SPA che una palestra. L’elemento materico è il valore aggiunto: ottone, pietra e carta da parati verde, lo rendono in linea con le aspettative della committenza.
Gli spazi sono stati suddivisi per creare diverse ambientazioni, ognuna volta a incuriosire il cliente. La porta d’ingresso in ottone (Fabio Ferrarini) ci fa intuire l’eleganza del luogo in cui stiamo per entrare. Suggestione che viene completata dall’utilizzo di pavimento e rivestimento in gres effetto pietra (che riveste anche il banco della reception e del bar), dal mobile reception in resina e dalla carta da parati “Jungle” sulla parete di fondo, a tutta altezza. L’illuminazione soft completa il “calm mood” grazie al mix di pendenti, binari con faretti a spot e faretti a incasso dimmerabili. Il corridoio che porta alla zona allenamento è caratterizzato da una parete in ottone illuminata da faretti incassati nel controsoffitto (Innova Casa Multiservice). Alla fine del corridoio si entra in due sale, separate da un infisso in ferro e vetro scorrevole (Fabio Ferrarini + Titanvetro). In una sala trova posto la tecnologia e-fitness per la preparazione a corpo libero e nell’altra i sofisticati macchinari per l’allenamento cardio che, a parità di sforzo, garantiscono un risultato molto più importante rispetto a uno strumento tradizionale. Anche in questo caso il progetto mira alla creazione di un’ambientazione sì, di training, ma anche sofisticato, grazie alla palette di colori e ai materiali scelti, dal ferro naturale dell’infisso al grigio antracite di parate e soffitto (Innova Casa Multiservice), dalla parete ottone al mobile contenitivo in noce, con schiena a vista. La zona spogliatoi, collegata al piano dell’ingresso tramite scalini in gres effetto pietra illuminati da strip LED, è composta da sei spogliatoi, una criosauna e un bagno per il pubblico (Innova Casa Multiservice).
A livello progettuale è stato scelto il bianco per evidenziare pulizia e igiene. L’illuminazione indiretta è ottenuta da un taglio di luce a soffitto che gira lungo il corridoio (Innova Casa Multiservice). Le porte sono a filo muro e si aprono usando chiavi d’accesso magnetiche personali. Gli spogliatoi hanno una numerazione adesiva gigante, sono indipendenti e provvisti di panca, armadietto e un box doccia fatto su misura per ogni ambiente. All’interno di ogni spogliatoio il cliente troverà l’abbigliamento adatto per l’allenamento (maglietta e pantaloncini tecnici, asciugamano) e tutto il necessario per la doccia (accappatoio, ciabatte e prodotti bagno).
L’innovazione del Twenty consiste nel fatto che, oltre a ciò che offrono i competitor, prevede servizi aggiuntivi quali cardio fitness con attrezzature all’avanguardia, una capsula per la criosauna (che avvia processi metabolici in grado di innescare un repentino calo di peso) e un APP che gestirà il sistema di prenotazione.

Interior Designer
Giacomo Zangheri
info@giacomozangheri.com