Modifica preferenze cookie

Arredare con la Luce

Arredare con la Luce
Oggi, più che in passato, la luce ricopre un ruolo primario nella realizzazione di un’abitazione e nel progettarne gli spazi: il vecchio lampadario, infatti, è stato sostituito da sofisticati giochi di luce e innovativi oggetti di design che diventano vere e proprie sculture da interni. Tutto questo è reso possibile anche grazie alla realizzazione di congegni elettronici sempre più piccoli ed impercettibili e all’applicazione della tecnologia a Led, che trasforma gli oggetti più semplici del nostro quotidiano in elementi luminosi di grande effetto. La tecnologia a Led, in particolare, offre il vantaggio di consumi energetici bassissimi e presenta una tale versatilità di utilizzo da consentire, letteralmente, di arredare con la luce. In queste pagine, ve ne proponiamo solo alcuni esempi.


Move your Energy. La sedia a dondolo ecologica.
La sedia a dondolo è uno dei classici elementi di arredo che non andranno mai fuori moda: anzi, grazie all’hi-tech, sta vivendo una nuova giovinezza. La Novague, una delle aziende di design più “cool” del momento, ha concepito una sedia a dondolo che, grazie ad un motore cinetico, genera, raccoglie ed utilizza l’energia prodotta dal suo naturale movimento ondulatorio per alimentare un LED, posizionato al suo vertice. L’idea innovativa sta nel fatto di poter leggere, comodamente seduti in poltrona, alla luce di un’energia autoprodotta e che non inquina.


Stardust. Il salotto luminoso.
Un progetto controcorrente, basato sull’impiego di sostanze e materiali inusuali per il mondo degli imbottiti, il cui effetto visivo è a dir poco stupefacente. I divani, i cuscini, i pouff, le chaise longue e le poltrone della collezione “Stardust” si illuminano dall’interno creando un fantastico effetto di luce. L’idea straordinaria è stata quella di utilizzare “ravioli d’aria”, simili a quelli che solitamente vengono usati per gli imballaggi, come imbottitura, e una maglia metallica di sottili fili inox, praticamente trasparente (che l’azienda Meritalia dichiara indistruttibile), come rivestimento-contenitore. Questi nuovi imbottiti possono essere usati anche come grandi e comode lampade sulle quali sedersi: l’uso di LED a basso consumo, inseriti all’interno dei singoli pezzi, li trasforma infatti in vere e proprie sorgenti di luce soffusa, o di luce che, in una versione optional, può variare a piacere, lungo tutta la gamma dei colori. La linea Stardust possiede anche altre due qualità: la leggerezza, visto che una poltrona la si può sollevare con una mano, e la galleggiabilità, nel caso la si volesse usare in piscina o al mare (la maglia di inox non si inzuppa e resta inalterata e, come è noto, sull’acqua l’aria non va mai a fondo).


Water Ball Ripples. Interagire con l’acqua.
Si chiama Water Ball Ripples, il curioso lavandino dal design futuristico, che ha la capacità di illuminare l’acqua facendola sembrare colorata: a seconda della temperatura che assume, oscilla dalle diverse gradazioni del rosso a quelle del blu. Ma la sua particolarità è data dal fatto che il miscelatore è formato da una piccola sfera, posta al centro di un piatto di vetro smerigliato. L’intensità di gettito viene regolata, quindi, dalla posizione della pallina: il rubinetto si apre e si chiude in base alla sua distanza dal centro del piano. Spostando la medesima sfera lungo il bordo del cerchio, varierà la temperatura ed anche il colore del piatto.



Lull Lamp. La lampada intelligente.
Ideata per venire incontro alle esigenze di chi ha disturbi del sonno, in particolar modo dei bambini che hanno paura del buio, Lull Lamp è una lampada a forma di fiore, che modifica la sua luminosità in base al ciclo di sonno-veglia. I tre designer norvegesi che l’hanno progettata, sono partiti dal concetto d’irraggiamento luminoso che cresce durante il giorno e diminuisce durante la notte. Da qui l’idea di realizzare una lampada intelligente che apra le sue parti semoventi, obbedendo ad un sensore di luminosità, al fine di simulare il comportamento di un fiore da giardino che apre i suoi petali non appena comincia a ricevere i raggi solari, per poi richiuderli durante la sera e la notte. L’originalità del progetto è valsa il primo premio per giovani designer durante il “Norwegian Design Council awarded”.


Life 01. Accendi la luce con un fiore.
Con la tecnologia a Led, Flos ha creato un oggetto tecnologico decorativo a forma di vaso, dove lo stelo del fiore immerso nell’acqua agisce come conduttore. Quando il fiore è nel vaso in cristallo, quest’ultimo si illumina dall’interno e riflette i motivi astratti floreali attraverso il riverbero ed il luccicare dell’acqua. Una volta che il fiore avvizzisce, la luce si abbassa per poi scomparire. Il nome di questa lampada è Life 01 ed è stata progettata dal designer inglese Paul Cocksedge che ha saputo trasformare la luce in un elemento decorativo, funzionale e al contempo poetico. Senza dubbio si tratta di una perfetta allegoria della brevità e della transitorietà della vita, espressa attraverso un oggetto unico nel suo genere, che va al di là delle prevedibili decorazioni d’interni.


Rubrica a cura della Redazione.
Redazione

La Prima e Unica Rivista di Casa della Repubblica di San Marino e Circondario.

La Maison e Lifestyle Magazine