In casa di Elia e Gioia

Il restyling contemporaneo condotto su questo appartamento di mq. 90 circa, a un unico livello, si inserisce all’interno dei lavori di ristrutturazione integrale che si sono resi necessari per rinnovare e sostituire le parti fatiscenti di un villino bifamiliare a due piani degli anni sessanta.

Lo studio dell’Architetto Stefano Zaghini di Santarcangelo di Romagna ha eseguito quindi anche  il progetto di recupero dell’edificio prevedendo, a livello edile, la demolizione del solaio di calpestio per la formazione di un vespaio del tipo areato, mantenendo inalterate le quote e la posizione originali oltre alla demolizione e allo spostamento di tutte le tramezzature esistenti. Sono stati rifatti quasi totalmente gli intonaci interni, compreso il servizio igienico esistente e integrato un nuovo bagno. A livello impiantistico il progetto ha previsto il rinnovamento totale di quello idraulico ed elettrico, nonché la sostituzione del vecchio impianto termico a radiatori con uno a pannelli radianti a pavimento, a bassa temperatura, che garantisce sia il riscaldamento che il raffrescamento. Il nuovo impianto, realizzato dalla ditta idraulica F.lli Gozzi di Poggio Berni, si è reso necessario per adeguare l’intervento ai criteri normativi di contenimento energetico, così come la sostituzione degli infissi esistenti con nuovi in PVC a taglio termico, dotati di persiane esterne ripieghevoli in alluminio laccato. L’intervento di interior design valorizza il piccolo living come il cuore glamour di tutta l’abitazione, proponendo un concept-arredo funzionalmente più organico, legato ai nuovi criteri di comfort abitativo del vivere quotidiano. Le soluzioni planimetriche smaterializzano il concetto obsoleto dell’ingresso corridoio, ricercando una fruizione distributiva più centripeta ed ergonomica dei percorsi, grazie all’inserimento di un piccolo bagno centrale cieco, dotato di doppie porte scorrevoli, a supporto della zona giorno ma accessibile anche dal disimpegno notte, in funzione della camera dei bambini. Inoltre, si è voluta una maggior capacità contenitiva nei mobili d’arredo fisso con finitura laccata bianco lucido. Realizzati, tutti, su disegno dall’architetto Zaghini, nel tentativo di conferire maggiore ariosità, luminosità e fluidità spaziale ai nuovi ambienti domestici, sono in contrasto materico e cromatico con il parquet fumé, a listoni di rovere, con trattamento termico-vulcanizzato. Il living, caratterizzato da un mobile ponte, è diviso dalla cucina da un sistema scorrevole a doppia anta, in legno laccato e vetro satinato. La cucina ha una penisola con fuochi Alpex-inox con cappa ad isola. Il top è in quarzite bianca Okite. Tutta la tappezzeria, carte da parati e doppi tendaggi sono stati coordinati e realizzati dall’atelier Giovagnoli di Rimini. La camera padronale ha un armadio scorrevole a tre ante, sempre su disegno, ed è dotata di un bagno rivestito in mosaico vetroso Sicis color fucsia e vasca con mensola bianca di Flaminia mod. “Io”, mobile lavabo sagomato con top in vetro retro laccato, sempre realizzato su disegno. Il bagno giorno ha il rivestimento in mosaico vetroso nero di Sicis e carta da parati a tema floreale Black and White, trattata a resina lucida. Vasi sanitari sospesi bicolor di Agape mod. “Pear”, piatto doccia tatami di Flaminia, mentre il lavabo free-standing è di Rapsel mod. “Mylos”. Ad eccezione della camera dei bambini, arredata con il modello Battistella, tutti gli arredamenti descritti sono stati eseguiti dall’ebanisteria Giannini di Santarcangelo di Romagna.

 


Architetto Stefano Zaghini

Redazione

La Prima e Unica Rivista di Casa della Repubblica di San Marino e Circondario.

La Maison e Lifestyle Magazine