In casa di Simone e Laura

 

Il progetto di questo loft industriale, a metà  strada tra il mare e il centro di Rimini, rispecchia il mood del momento. Speciale la sinergia di collaborazione che si è creata tra questa splendida coppia, con le idee chiare, e l’architetto Michela Sanchi, che ha sposato da subito la loro filosofia di casa contemporanea.

Architetto
Michela Sanchi

 

Simone e Laura hanno chiesto di avere un ambiente aperto, arioso, con elementi d’arredo d’effetto, per uno spazio non convenzionale ma anche funzionale. Cuore del progetto il living in doppia altezza con soppalco a vista dove la protagonista è la grande cucina industriale, volutamente fuori scala, poiché completa di ogni confort come richiesto dai proprietari, grandi amanti del cibo e del buon vino. L’open space è caratterizzato dalla preponderante presenza, rimarcata dai colori utilizzati, delle travi in acciaio che sorreggono la struttura del soppalco e della zona notte, ma soprattutto dalla scala, elemento non solo di collegamento tra i due livelli dell’abitazione ma vero e proprio “oggetto d’arredo” che divide la zona d’ingresso dal salotto. La fattura in ferro, in linea con il contesto, non ne pregiudica l’effetto di leggerezza e armonia, grazie al gradino privo di alzata e alla balaustra a tratti delimitata in altezza solo dal corrimano in tondino di ferro.
Lo stile Industrial emerge anche dalle finiture, come la resina sul pavimento e sulle pareti dei bagni, la grande porta finestra in stile inglese, anch’essa a doppia altezza, che dalla cucina dà accesso al cortile esterno, la parete in mattoncini bianchi risaltata dal led alloggiato dentro la putrella e i corpi illuminanti che scendono dal soffitto, alcuni realizzati direttamente su disegno, per illuminare le diverse aree: luce soffusa per la zona salotto e ingresso, più puntuale sul tavolo da pranzo e sul lavello della cucina. La scala stondata smorza le linee diritte dell’ambiente, i cui toni freddi vengono scaldati dal legno della cucina, in rovere, creata interamente su misura, come tutti i mobili all’interno del loft. La realizzazione degli arredi, studiati ad hoc per unire un’estetica dai dettagli ricercati alla praticità  di elementi contenitivi, è stata curata dall’architetto Sanchi in stretta collaborazione con La Bottega del Falegname (Cattolica) ottenendo soluzioni di grande impatto ma anche di fattura pregiata. Ne è un esempio il particolarissimo rovere della cucina, di taglio sartoriale, che è stato volutamente messo in contrasto con la bellissima piana di granito grigio antracite e gli accessori in acciaio del gruppo fornelli, della cappa, degli elettrodomestici a vista e del forno pizza. Il tavolo è stato progettato con gambe in ferro che delimitano la piana in legno, nella stessa finitura rovere della cucina. La medesima essenza è stata usata nelle pedate della scala, in piacevole contrasto con la finitura nera della struttura, e la ritroviamo nel pavimento delle camere e del soppalco a vista, che accoglie un piccolo angolo studio con scrivania, affacciato sulla doppia-altezza. A piano terra il bagno richiama lo stile Industrial grazie anche alla lunga putrella nera, realizzata su disegno, che è stata collocata sopra i doppi lavandini e i sanitari come contenitore per gli accessori e gli asciugamani. La parete in resina rossa lucida scalda l’ambiente e “dialoga” con la trave del living, come il mobile contenitivo posto sotto i doppi lavandini, anch’esso caratterizzato da una piana in marmo venata di rosso. Alla forte matericità della cucina si contrappongono i vuoti e i pieni del mobile Tv, alleggerito da una struttura a maglia aperta in scatolare di ferro con cubi sospesi in laminato opaco grigio polvere, che tonalizza con il grigio della resina a pavimento e dell’armadio guardaroba nell’ingresso. L’accesso al piano camere è filtrato da una porta insonorizzata, a tutta altezza e con profilo nero e vetro fumé.
La zona notte è composta da due camere, un bagno con vasca idromassaggio e una doccia con bagno turco in ambiente dedicato ed è caratterizzata da luci a led che risaltano gli ambienti, creando vari effetti lungo le pareti, differenti in base al colore delle stesse. La camera padronale presenta un unico muro colorato, illuminato da strep led a soffitto, dietro la testata del letto ed è stata progettata con un’ampia cabina armadio, la cui struttura in ferro e laminato richiama lo stile Industrial. Il bagno si sviluppa su più livelli ed essendo collocato lontano da muri perimetrali, è dotato di una vetrata fissa acidata che affaccia sulla doppia altezza e raccoglie la luce naturale dalla grande porta finestra del living. In questo ambiente la stondatura della scala è rimarcata dalla parete in cui è stato collocato il lavabo, anch’esso posizionato su un mobile contenitore studiato ad hoc e realizzato con cura e maestria dalla Bottega del Falegname. Preciso e competente l’intervento dell’Impresa Edile Amati (Rimini) nel soddisfare ogni richiesta e nella collaborazione con le diverse maestranze, durante il periodo di realizzazione del loft.

Gli inserzionisti di questo numero de “LA MAISON” che hanno partecipato alla realizzazione di “In casa di Simone e Laura”

Impresa Edile
AMATI ENRICO
Rimini | RN

Arredamento su misura
LA BOTTEGA DEL FALEGNAME
Cattolica | RN