Patrizia Piccino Arte

Patrizia Piccino

4 Ottobre 2010

Il sé della Rosa Gertrud Stein scelse per la propria sepoltura un epitaffio perfetto: «Una rosa è una rosa è una rosa». Il coraggio di una tautologia è l’esaltazione piena del simbolo il quale non è mai solo allegoria, discorso che nasconde altro – decifrabile con erudizione e dialettica –

Alexa Invrea Arte

Alexa Invrea

27 Agosto 2010

Wunderkinder Personale di pittura di Alexa Invrea Sono fumetti dipinti queste delicate tele di Alexa Invrea che infilano ferite e sogni cristallizzati in una spuma di madreperla urbana. Fiabe o racconti minimi in cui non sembra avvenire alcunché di narrabile ma che tentano di emergere da una nebbia inquieta e

Gilberto Urbinati Arte

Gilberto Urbinati

2 Giugno 2010

Frammenti Urbani Una consuetudine annosa con il Museo della Città di Rimini, una confidenza strettissima coi più minuti reperti archeologici e i dipinti antichi della pinacoteca cittadina ha educato lo sguardo di Gilberto Urbinati, fotografo, a una crescente selezione formale, a un’esigenza irrinunciabile di eleganza, di puntigliosa ricerca estetica, a

Alexandra Purcaru Arte

Alexandra Purcaru

28 Marzo 2010

La Luce Incarnata La luce è un concetto lieve, filosofico e scientifico, ma non può prendere una forma senza lambire, colpire i sensi e ferirli in qualche modo. Una luce insieme radente e insinuante è la forza indagatrice dei convincenti saggi fotografici di Alexandra Purcaru: sguardo che ha la natura

Francesco Zavatta Arte

Francesco Zavatta

28 Gennaio 2010

L’inizio e l’attesa. È tra i pilastri della gioia il senso commosso, ma non sentimentale, del paesaggio, la musica interna alle cose – spazi, edifici, cieli, acque – grondanti oltre il loro limite fisico e visivo il proprio suono e il proprio senso, dove l’anima e l’oggetto, l’ideale e il

Giorgia Moretti Arte

Giorgia Moretti

23 Novembre 2009

La trasparenza inquietante. Le arti sacre antiche ci presentano corpi numinosi che ­in veste umana o animale si distanziano dall’esperienza comune per non possedere, al di là delle apparenti similitudini, nulla di paragonabile alle strutture fisiche della vita a noi conosciuta o scientificamente indagata. A sostenere la figura non troviamo