Modifica preferenze cookie

Dormire nel Design

I cuscini sono conosciuti ed utilizzati fin dal passato. Se ne sono trovate tracce nelle tombe dei faraoni egizi e nell’antica Cina erano ricamati ed intarsiati con metalli e pietre preziose. Spesso si associano al riposo, ma va sempre più affermandosi l’idea che non servano solo per dormire; i designer di tutto il mondo si sono divertiti ad idearne di veramente bizzarri, giocando con le forme più inusuali o utilizzando tessuti innovativi. Alcuni possiedono proprietà rilassanti, altri sono oggetti di puro design e autentici complementi d’arredo, ma di sicuro non mancano le stranezze.



Una pietra per cuscino. Arriva dalla Francia un elemento d’arredo davvero fuori dal comune: cuscini che hanno l’aspetto di enormi sassi. L’azienda francese Smarin Design, infatti, propone una serie di cuscini in vari tessuti, dimensioni, forme e colori, assolutamente identici a delle pietre di fiume levigate e arrotondate dall’acqua. La stanza diviene una sorta di paesaggio roccioso che infonde un senso di rilassamento e di pace. Questi “stone pillows” sono davvero impressionanti per la verosimiglianza con le rocce naturali, ma l’effetto può venire ulteriormente amplificato dal design e dalla disposizione dell’arredamento in cui sono inseriti. Cuscini morbidi e comodi nonostante il nome della linea a cui appartengono: Livingstones.


Una tastiera su cui sognare. Quanti di voi, sentendo aumentare la stanchezza dopo aver lavorato per ore davanti al proprio computer, non hanno desiderato di potersi riposare almeno qualche minuto? Coloro che farebbero volentieri una pennichella, necessariamente breve per poter concludere l’incarico entro il mattino, troveranno sicuramente interessanti questi comodi cuscini con tastiera qwerty incorporata. Per di più, rilassano i polsi e gli avambracci e costituiscono un complemento d’arredo veramente hitech. Sconsigliabile, invece, il suo utilizzo in ufficio…


Makura, il radiatore-cuscino. In un’epoca in cui ogni angolo e oggetto della casa viene continuamente ripensato da architetti e designer, anche il radiatore sta occupando un posto sempre più importante in siti e riviste specializzate. Tra chi punta all’ironico e chi a forme scultoree, c’è anche chi ha pensato di strizzare l’occhio a coloro che amano scaldarsi, attaccati al termosifone. Il designer giapponese Takahide Sano, ha concepito un radiatore come una raffinata cornice di alluminio cromato, al cui centro ha sistemato un cuscino (Makura, in giapponese) e lo ha imbottito con noccioli di ciliegio, in quanto sembrano possedere la capacità di caricarsi di calore e rilasciarlo lentamente. La curiosa proposta si presenta in una forma estremamente elegante e in tre varianti di colore brillante: arancio, rosso e blu.



Venticuatro/dientes: post-it in camera da letto. L’idea viene a due giovani designer spagnoli che vengono ispirati da una curiosità: i denti visibili nel più ampio sorriso che riesce a fare una persona sono 24. Da qui il nome della divertente linea, a cui appartengono anche i loro cuscini, che ha lo scopo di suscitare, appunto, un sorriso. Oggetti a metà strada tra l’utile ed il gadget, possono venire usati come un post-it e lasciati sul letto per ricordarsi degli appunti presi. “Chiamami, ti amo, fai il letto, compra il latte…” , sono solo alcuni degli spiritosi esempi suggeriti dagli autori: questi cuscini permettono di scrivere, cancellare e riscrivere messaggi, se si usa l’apposito pennarello in dotazione. Infatti, basta sfilare la fodera, lavarla con acqua calda senza aggiunta di sapone, e riscrivere appena il tessuto è asciutto. Voi dovete solo aggiungere ironia, fantasia o romanticismo.

Leggi anche: Curiosità in Pillole

Redazione

La Prima e Unica Rivista di Casa della Repubblica di San Marino e Circondario.

La Maison e Lifestyle Magazine