Home Sweet Home: e tu, di che stile sei?

Quest’anno vorremmo approfondire l’analisi dei molteplici stili che possono caratterizzare un’abitazione. In ogni numero della nostra rubrica ne tratteremo uno diverso per aiutarvi a scoprire quale è la tendenza che più vi rappresenta.
Iniziamo questo percorso con lo stile contemporaneo che, ovviamente, cavalca le mode del momento e deve prendere in considerazione sia i materiali sia i mobili e i complementi d’arredo più diffusi ai giorni nostri, cose come i colori, i tessuti e perfino le tecnologie. Un esempio può essere rappresentato dagli impianti domotici, che sfruttano le innovazioni nel campo delle automazioni tecnologiche per migliorare la qualità della vita all’interno delle abitazioni e, più in generale, negli ambienti antropizzati.
Questa tipologia di arredamento è caratterizzato, senza dubbio, da un senso di “pulizia ed efficienza” ottenuto attraverso l’impiego di linee esatte e precise senza rinunciare all’effetto visivo dato dai volumi compatti, dagli impianti di illuminazione e dai colori puri che rendono l’involucro adattabile con margini di trasformabilità. In un’unica parola semplicità, ma anche look minimalista e sobrio privo di ogni genere di fronzoli che non va tradotto, però, con elementi scarni e/o privi di particolarità.
Le soluzioni più utilizzate attualmente sono il gres porcellanato effetto legno per i pavimenti, mobili e complementi dalle superfici lisce, laccate ma anche opache, controsoffitti rigorosamente di forme geometriche regolari. Per quel che riguarda il colore, il bianco deve prevalere sugli altri e gli si devono accostare tonalità  calde ma neutre quali marroni/beige oppure gradazioni di grigi con richiami saltuari di cromie intense. Gli specchi e le basi riflettenti sono fondamentali per creare giochi di luce, che dovranno essere ottenuti anche attraverso l’accurato posizionamento dei vari punti d’illuminazione. Per dare un tocco unico e decorativo all’ambiente, invece, consigliamo di scegliere una parete strategica e rivestirla con della carta da parati.
Infine, l’arredamento può essere arricchito da opere d’arte originali e accessori di design. La regola è: pochi pezzi ma scelti con cura, in modo da armonizzare con il resto. Adatto soprattutto a loft e ambienti open space, lo stile contemporaneo punta su semplicità, comodità e impatto estetico per creare ambienti funzionali ma, al contempo, caldi e accoglienti.

Studio Interior Designer
Pierpaolo Saioni
Daniele Zavagnini Architetto