Home Sweet Home. Il cambiamento dell’abitazione nel corso degli anni: il soggiorno

Home Sweet Home
Il cambiamento dell’abitazione nel corso degli anni: il soggiorno

Continuando il nostro viaggio nel tempo per quel che riguarda l’evoluzione delle abitazioni dagli anni ’50 ad oggi: è arrivato il momento di prendere in considerazione lo spazio adibito al soggiorno.

Un tempo era principalmente visto come un ambiente separato da tutto il resto della casa, con metrature relativamente ridotte per favorire un maggior comfort abitativo alla cucina e alle camere da letto. Nel tempo ha acquisito sempre più importanza grazie alla comparsa della televisione, infatti questo oggetto ha rappresentato per tanti anni un elemento di unione per tutte le famiglie, i membri del nucleo famigliare si riunivano la sera per guardare assieme i programmi televisivi come il “Carosello”, che veniva trasmesso sul programma nazionale della Rai dal ’55 al ’77 in bianco e nero.
Oggi il televisore non è più l’elemento principale, ma lo sono diventati la consumazione dei pasti e i momenti di socialità e/o scambi comunicativi. Si può tranquillamente affermare che il soggiorno è diventato l’ambiente più comodo e social della casa, uno spazio multifunzionale dove ci si riunisce e si creano il maggior numeri di rapporti. Può essere definito come il cuore pulsante dell’abitazione, un “biglietto da visita” con il quale ci si presenta e si accolgono gli ospiti; nonché il luogo che spesso rappresenta la base di partenza per lo stile architettonico che si andrà a scegliere e a riprodurre nei vari ambienti. Questi grandi spazi del living un tempo erano gestiti con il massimo dell’ordine, mentre oggi hanno lasciato il posto alla fantasia e alla possibilità di giocare con controsoffitti, luci dirette e indirette e una svariata gamma di colori.
Sentirsi bene fra le mura domestiche è diventata oggi un’esigenza reale, le persone vogliono vivere all’interno di spazi dove possono esprimere la loro identità. Attraverso arredi e complementi lo fanno in modo unico e innovativo. Questa filosofia porta alla coesistenza di diverse tendenze, da ambienti con atmosfere minimaliste e contemporanee a spazi più personalizzati. Di grande tendenza sono le finiture in ottone e rame. Il velluto è tornato in auge e il blu si sta diffondendo in tutte le sue differenti sfumature, insieme al verde e al rosa pallido.

 

 

Studio Interior Designer
Pierpaolo Saioni – Interior Designer
Daniele Zavagnini – Architetto


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/lamais70/public_html/wp-content/themes/dialy-theme/includes/single/post-info.php on line 4
Pierpaolo Saioni Daniele Zavagnini

Interior design - Architettura

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!