Modifica preferenze cookie

In Casa di Alex e Monia

Minimale, ma allo stesso tempo elegante ed accogliente, la bella casa di questa giovane coppia nasce dalla testardaggine di Alex che non è mai sceso a compromessi sulle sue scelte, eseguendo i lavori più complicati da solo e ricominciando da zero anche ad un passo dalla fine, ma pur sempre supportato dall’aiuto di Monia.
in casa di Alex 1 in casa di Alex 2
Quando si dice: avere le idee chiare! Così chiare, che anche con la casa quasi pronta, al grezzo, si è disposti a modificare tutto per inserire e costruire una scala di cui ci si è follemente innamorati. Ed effettivamente, la grande scala rivestita in ecomalta domina completamente il piano terra, visibile da ogni punto. Catalizza l’attenzione sulla sua forma sinuosa, sulle luci e sul suo avvolgimento che ci conduce nella tavernetta, di sotto, e nella zona notte, di sopra. “Devo ammettere – racconta Alex – di essere stato l’incubo di mio padre, che si è visto demolire una casa, praticamente pronta per rivestimenti ed imbiancature. Confesso però che ho pagato col sudore la mia scelta. Non solo montare la scala è stato complicato, ma inserire i faretti lungo tutta la pedana curvilinea in cemento armato, è stata un’impresa… ma direi che ha pagato!”. “L’idea dominante dell’intervento si caratterizza da una forte volontà di incidere in maniera profonda lo spazio preesistente, attraverso parziali demolizioni e ricostruzioni. La conseguente rotazione degli spazi funzionali ha permesso di ricollocare la scala nel baricentro ideale dell’intera abitazione” – spiega l’Architetto Enrico Muscioni, Responsabile settore Architettura dello Studio GA&E. Tutto ruota attorno alla sua linea avvolgente. La scala è luminosa e viva, tanto che si percepisce la sua forza e la sua presenza. Libera dalle pareti circostanti che la avvolgono senza soffocarla, è impreziosita per l’intera lunghezza da un lampadario di 5 metri che attraversa e illumina tutti e tre i piani, pensato come scultura sospesa e asse distributivo luminoso dell’intera abitazione.
L’ingresso si compone, inoltre, di una zona home theatre, la cui impiantistica è ospitata in un monolite sagomato posto frontalmente al divano retro illuminato e alle due finestre dal design classico e sobrio, una delle quali porta luce naturale al bel tavolo firmato Saarinen. La cucina, di design decisamente minimale, presenta l’originalità di non essere marginale rispetto all’ambiente, ma di essere fulcro della vita domestica, individuando nell’isola il suo elemento dominante. Concepita come un imponente monolite nero lucido fonde inscindibilmente la zona cottura e l’area living, e parallelamente le distingue fungendo da filtro. “Nel progetto originario – continua Alex – la cucina doveva essere senza isola centrale e bianca. Poi però ci è sembrata troppo algida, distante, ed allora mantenendo lo stesso modello abbiamo modificato il progetto ed allo stesso tempo il cromatismo, optando per un colore scuro, in modo da armonizzarla anche con i pavimenti”. Lo stile cambia nel bagno degli ospiti. Qui le decorazioni diventano predominanti e caratterizzate da richiami al barocco, sia negli arabeschi stilizzati della parete che nella ricchezza del lampadario. Si fa notare anche la rubinetteria, dallo stile raffinato e giocoso nello stesso tempo. “Il piano seminterrato – continua l’Architetto Muscioni – accoglie la rielaborazione in chiave moderna della tradizionale tavernetta, spazio storicamente deputato a luogo di incontro e di convivialità. Il contrasto materico con il quale è stato ideato il grande camino dimostra nuovamente come sia costante la concezione di arredi pensati come intransigenti forme geometriche che si fondono con il progetto dell’abitazione nella sua interezza. In questo caso infatti un solo segno progettuale definisce e scandisce le differenti funzioni. La piana del camino estendendosi diviene divano in muratura e filtro tra la zona cottura e la zona dinner sintetizzando il gesto progettuale”. L’accesso alla zona notte, posta al primo piano, è caratterizzato da uno spazio distributivo radiale che, nel preciso punto di arrivo, offre una suggestiva accelerazione prospettica ed un inaspettato impatto visivo. Questo spazio, completamente aperto, è concepito come altare in cui il lavabo in pietra è l’assoluto protagonista. E’ un ambiente caratterizzato dall’uso di diversi materiali che generano contrasti materici quali: legno, pietra, specchi e vetro, valorizzati a loro volta da un gioco di luci attentamente elaborato per renderlo una vera e propria nicchia luminosa. Questo piccolo spazio risulta dunque caloroso ed accogliente. La grande camera è concepita come una “family room”, una casa nella casa. E’ un ambiente ospitale dalle linee accattivanti e dai cromatismi bruni. “Anche in questo caso ho apportato molte modifiche al progetto iniziale – confessa Alex. Abbiamo lavorato ridistribuendo gli spazi sino a che non siamo riusciti ad aprire la porta sulla stanza esattamente come volevamo, in modo da valorizzare la piccola consolle. Nello stesso modo abbiamo voluto che ci fosse un bagno in camera ben distinto dal bagno del primo piano pensando anche ad un bagno turco con cromoterapia. Questi cambiamenti hanno comportato molte modifiche strutturali, ma siamo davvero contenti del risultato definitivo”. Nel bagno della camera i colori si fanno più decisi ed i contrasti diventano radicali, soprattutto nell’alternarsi delle lastre di marmo emperador a quelle di pietra samarcanda. In attesa di completare l’area esterna, Alex e Monia hanno sicuramente infuso nella casa non solo la loro passione, ma anche il loro amore per il bello, lo stile e l’eleganza.

Gli inserzionisti di questo numero di “LA MAISON” che hanno partecipato alla realizzazione di “In Casa di… Alex & Monia”:

Impresa Edile: C.M.R. Costruzioni Murarie Rovereta Str. Dei Dupli, 23 – Falciano (Rep. San Marino)

Impianto Idraulico & Bagni: Idrotermica Zafferani Via Guardia del Consiglio, 15 – Galazzano (Rep. San Marino)

Pavimenti & Rivestimenti Interni: Materica Home Via Consiglio dei Sessanta, 127 – Dogana (Rep. San Marino)

Montaggio Parquet: Massimo Pagliardini Via Pietro Massano, 14 – San Marino (Rep. San Marino)

Cartongesso: Angelo Angelini Via Podere del Cipresso, 79 – Gualdicciolo (Rep. San Marino)

Opere mMuratura in Tavernetta & Camino: F.lli Mancini Via C. Cantù, 126 – Serravalle & Strada dei Seralli, 69 Faetano (Rep. San Marino)

Serramenti Esterni & Interni: Novalluminio Via Biagio di Santolino, 140 – Acquaviva (Rep. San Marino)

Tinteggiatura interna: G Paint Via G. Angeli, 54 – Serravalle (Rep. San Marino)

Arredamento Cucina & Camera matrimoniale (Letto, Comodini, Armadio): Faetano Mobili Via Ranco, 39/a-c – Serravalle (Rep. San Marino)

Box Doccia, Specchi, Vetri Curvi Scala, Porte Scorrevoli e Divisori: Titan Vetro Via Guardia del Consiglio, 20 – Galazzano (Rep. San Marino)

Redazione

La Prima e Unica Rivista di Casa della Repubblica di San Marino e Circondario.

La Maison e Lifestyle Magazine