In casa di… Anna e Andrea

La sfida di questo incarico: creare ambienti vivibili e bene organizzati, in poco spazio e adottando uno stile moderno, considerando che la coppia era abituata a vivere in una casa ampia e dal gusto classicheggiante.

Il progetto è stato realizzato a Riccione e, più precisamente, su una villetta vicina al centro città, risalente ai primi anni del ‘900. L’esigenza principale era quella di poter alzare il tetto in modo da usare il piano primo come zona notte (mq. 25 circa) e sfruttare il piano terra come area living. La casa si sviluppa, quindi, su due livelli differenti e al piano terra prevede una corte esterna (mq. 20 circa) che collega le due unità abitative. La prima, quella fronte strada, è costituita da una zona giorno, un disimpegno, una camera padronale e due bagni (mq. 56 circa) mentre la seconda (dependance) è attrezzata con cucina-pranzo e include un piccolo bagno (mq. 19 circa). L’entrata principale è situata nel soggiorno e, tramite la scala che è a fianco del portone, si accede al sottotetto. La zona del sottoscala è stata sfruttata al massimo, in tutti i suoi spazi, costruendo un ripostiglio/appendiabiti e alcune nicchie contenitive. Queste ultime, illuminate da strip led e rivestite sul piano con vetro extra chiaro (Vetreria Moderna), sono a servizio del tavolo pranzo in vetro, posizionato proprio all’ingresso e a fianco della scala.
La zona living è caratterizzata da un grande divano ad angolo, in pelle bianca che contrasta volutamente con il pavimento, realizzato in eco-malta grigia con finitura patinata, (Centro della Ceramica – Oltremateria) e utilizzata per tutta la casa in modo da creare una continuità e un’omogeneità cromatica in tutti gli ambienti interni. La scala (Spazio Scale) è stata laccata e trattata con una finitura a effetto sfondato, per riprendere l’effetto vintage della carta da parati applicata a tutta altezza sulla parete di fondo. Davanti al divano troviamo diversi mobili contenitori laccati (a giorno e non) dal colore grigio, mentre alcune parti sono state realizzate con un giallo senape, in abbinamento alle tonalità delle sedute del tavolo pranzo e a quelle dei vari cuscini dal tipico gusto etnico, posizionati in maniera casuale sul divano. Una lampada da terra dalla forma geometrica illumina in maniera indiretta tutto l’ambiente (Pianeta Luce) e, assieme al grande specchio nella parete di fondo, crea un contrasto forte e deciso con la modernità degli arredi utilizzati.
Attraversando la porta in vetro scorrevole si accede al disimpegno, dove trova spazio una parete attrezzata e una grande scrivania. Da questa stanza-studio si arriva alla corte esterna o al piccolo bagno di servizio che è stato trattato, sia a parete che a pavimento, con eco-malta di due tonalità molto in sintonia tra loro. La particolarità del bagno è data dall’innesto di foglie sulla parete del lavandino, che sembrano state impresse dal vento in maniera molto naturale. La camera padronale è raggiungibile sempre dal disimpegno-studio ed è arredata con un letto centrale, contornato da nicchie contenitive retro illuminate. Una grande finestra panoramica, posta al centro e sopra la testata del letto, garantisce l’illuminazione naturale. Gli spazi della camera vengono allargati e dilatati dalle ante, rivestite a specchio, del grande armadio scorrevole a fianco del letto, creando un gioco di luci e riflessi molto interessante.
Dalla camera si accede al bagno padronale, che possiede le stesse caratteristiche di quello di servizio ma è dotato di una grande e comoda doccia con sedile in muratura, per maggior comfort e relax. Per arrivare alla dependance si deve attraversare la corte esterna che è stata concepita come uno spazio vivibile, anche se di passaggio fra le due unità abitative. Questo ambiente può essere abitato anche nei mesi invernali, dal momento che ha una struttura moderna in alluminio verniciato e vetro, che protegge e ripara dalle intemperie. A soffitto c’è un sistema di lamelle orientabili e impacchettabili che, all’occorrenza, possono chiudersi e/o aprirsi.
La vetrata scorrevole a tutt’altezza garantisce luminosità e visibilità verso l’esterno. Infine, grazie al pavimento in gres porcellanato, abbiamo un’ideale continuità fra la corte coperta e l’esterno scoperto. Una volta entrati nella dependance, troviamo una cucina attrezzata e lineare completata dal tavolo pranzo rettangolare. Anche questa zona è stata arredata con tonalità tenue e soft che ben si sposano con tutto l’arredamento degli ambienti precedenti. A livello edile si è intervenuti internamente ed esternamente con il supporto e l’esperienza della Edil Euro. Nella parte esterna sono stati realizzati i marciapiedi, il muretto di recinzione, il giardino laterale e il garage.
A distanza di alcuni mesi, i committenti dichiarano di trovarsi a loro agio in questa casa, pur disponendo di meno spazio rispetto a come erano abituati. Questo ci conferma quanto sia fondamentale pensare innanzitutto alla fruibilità degli spazi, che si può ottenere solo progettando un’ottima suddivisione degli stessi, mentre la scelta dei materiali e delle varie cromie di colori ne migliorano la vivibilità.

Interior Designer
Pierpaolo Saioni


Clicca qui per visionare altre splendide case.