In Casa di Luca e Nicoletta

Una coppia giovane che sposa il classico. La casa di Luca e Nicoletta è uno scrigno per chi ama l’antiquariato e gli ambienti dallo stile retrò. Un nido d’amore costruito con passione, che raccoglie il passato di mamme e nonne, con scelte originali che fanno trasparire l’inventiva e il brio dei padroni di casa.

LIVING
Un nido d’amore su misura dall’atmosfera classica. Una scelta particolare per una coppia giovane come Luca e Nicoletta, due ragazzi che per la loro casa hanno scelto di puntare su uno stile retrò: lampadari antichi, drappeggi, stucchi. “E’ un genere che ci piace da sempre – spiega Nicoletta. Non siamo per gli arredamenti moderni, per il design: sono troppo legati alle mode del momento. Potrebbe andare bene per una seconda casa, ma non per la casa della vita”. “Io sono cresciuto in una casa classica, – dice Luca – per me è stato naturale cercare di ricreare quell’ambiente. Per questo abbiamo preso tanti oggetti provenienti dalle case di famiglia, altri sono stati scelti da mia madre, che mi ha trasmesso questa passione. La scelta è stata quella di realizzare una casa “importante” che duri nel tempo”.Nel salotto trionfano i grandi lampadari in cristallo e i divani bianchi. “In origine volevamo inserire un tavolo da biliardo, ma poi ci è stato sconsigliato visto le dimensioni un po’ troppo ridotte dello spazio dove sarebbe dovuto essere collocato. A questo punto, si è deciso per una chaise longue e dei divani bianchi con stili diversi, sempre utili quando si hanno ospiti”. La cucina arriva dalla casa della nonna. “Una scelta azzardata per una casa nuova, ma il primo pensiero è stato: i legni di una volta ce li sogniamo ai giorni d’oggi, così è partito il progetto restauro. La struttura di base è rimasta invariata, è stata solamente laccata di bianco dandogli un tocco stile inglese, cambiati gli elettrodomestici e le maniglie. Il top molto particolare perché tutto in mosaico come la piana del tavolo”. Nuovissima invece è la cappa della cucina. “Sì, l’abbiamo disegnata noi e poi l’abbiamo fatta realizzare su misura da un falegname”. La casa è ricca di tappeti di pregio e di elementi di arredo antichi. “Abbiamo scelto tutti tappeti persiani, ad eccezione di quello della cucina essendo un luogo da vivere”. A separare l’ambiente della cucina da quello della sala, c’è una sorta di finestra interna con un bel decoro in ferro battuto. “Si tratta di una griglia semiaperta che abbiamo commissionato ad un’artista del ferro battuto. Non è stato un lavoro semplice, proprio perché il decoro non ha cornice ma sfrutta le pareti come appoggio quindi di precisione millimetrica”. La finestra interna si affaccia sull’ampia sala, lo spazio più grande della casa. “Abbiamo voluto un soggiorno grande perché riteniamo che, per le nostre esigenze, sia la zona più importante e vissuta della casa. Proprio qui, abbiamo dato il massimo delle nostre energie”. Sempre nella sala si trova un piano rialzato dove Luca e Nicoletta hanno ricavato un angolo studio, reso ancor più particolare dal soffitto a cassettoni. La pietra di San Marino è stata utilizzata per i gradoni e per il camino.

LE PARETI
“Per le pareti è stata usata una vernice particolare che abbiamo modificato: prima abbiamo verniciato con una base di rosa chiaro, poi, passato una mano di oro perlato e dopo quattro, cinque minuti veniva spatolata”.


I BAGNI
Anche nei bagni nulla è stato lasciato al caso, e alla ricerca di uno stile classico si unisce la necessità di scelte d’arredo originali e fuori dagli schemi.
Il bagno principale della casa è una sintesi di queste due ricerche: tappeto pregiato, pareti stuccate, lampadario in stile classico a illuminare l’ambiente. Nel bagno principale cattura l’attenzione il grande e particolare lavandino.
“Anche questo come studio e camino è stato disegnato da noi. Il lavandino così come il rivestimento vasca, sono in pietra di San Marino, portarli in casa è stata davvero un’impresa titanica… Essendo un bagno non molto spazioso abbiamo deciso di mettere uno specchio grande come tutta la parete, che a nostro avviso amplia lo spazio”. Il particolare: la nicchia sopra lo specchio con le bambole, che si trovano anche nelle camere e nella cucina. “Ne abbiamo talmente tante che non sappiamo più dove metterle. Per questo abbiamo ricavato una nicchia anche nel bagno”. Delizioso e curatissimo anche il secondo bagno, quello più piccolo. “Abbiamo preferito il comfort, ma non ci siamo privati di tappeti, tessuti e accessori che rendono caldo anche questo piccolo ambiente”.


LE CAMERE
Le camere da letto sono un trionfo di colori. “Per le camere ci siamo rifatti ai tre colori del classico: il blu, il rosso e il verde. Le camere sono un po’ piccole ma perfette per il nostro vivere, visto che ci si deve solo riposare”. Per la camera matrimoniale è stato scelto il blu. “Abbiamo scelto il blu soprattutto per i tessuti che incorniciano il letto, ricordando una sorta di baldacchino. Le tende sono fatte dello stesso tessuto e le abbiamo fatte cucire su misura. La poltrona è in tinta, così come per le altre camere. Il grande lampadario è un’eredità. Nella stanza verde, quella degli ospiti, il letto è “incorniciato” da rifiniture e stucchi. Comprare e arredare casa è stato stimolante per tutti e due. Essa ci rispecchia in tutto e per tutto semplice fuori, ricca dentro”. Con questo servizio, Luca e Nicoletta realizzano anche un loro piccolo desiderio: quello di vedere pubblicato su La Maison il frutto del loro lavoro. Un risultato che nasce dalla ricerca attenta e accurata per ogni piccolo elemento d’arredo e che ha reso ancora più bella per Luca e Nicoletta l’avventura di costruire il loro rifugio. Una casa che incrocia i segni del passato alla voglia di costruirci un futuro. L’inizio di un sogno tra quattro mura che rispecchiano i loro desideri.

Redazione

La Prima e Unica Rivista di Casa della Repubblica di San Marino e Circondario.

La Maison e Lifestyle Magazine