In casa di Mary & Giampiero

Mary e Giampiero sono una coppia riminese, proprietaria di questo appartamento di 72 mq. situato al primo piano di una palazzina costruita intorno agli anni ‘60 che, nel corso del tempo, ha subìto diversi interventi di trasformazione.

Architetto: Frederic Barogi

La loro richiesta era di convertire in appartamento un intero piano, originariamente destinato alla ricezione turistica e composto da diverse camere con servizi annessi. La complessa articolazione delle murature, la posizione dei pilastri e i numerosi vincoli di natura impiantistica, ne rendevano molto complicata la mediazione con lo strutturato programma funzionale desiderato dalla coppia. Programma che prevedeva un ingresso riservato a piccolo vestibolo in cui ubicare contatori e terminali degli impianti, un bagno con ampia doccia, una zona giorno (composta dal soggiorno e dalla cucina con isola) che avrebbe dovuto presentarsi come un grande open space a diretto contatto con lo studio, trasformabile in una camera da letto, e con la zona notte.
Quest’ultima avrebbe dovuto essere concepita come un sistema integrato costituito da un piccolo disimpegno da cui accedere a un bagno (a uso prevalente della padrona di casa), a un’ampia cabina armadio e alla camera da letto matrimoniale. Mary e Giampiero si sono rivolti all’architetto Frédéric Barogi, esperto nell’intervenire in contesti particolarmente complicati, nella speranza che potesse redigere un progetto in grado di soddisfare almeno in parte le loro volontà. È nata, così, un’intensa collaborazione che si è trasformata in una sorta di “viaggio progettuale”, quasi quotidiano, che li ha condotti a raggiungere con grande soddisfazione l’obiettivo che si erano preposti.
Il piano di lavoro si è sviluppato cercando di trasformare i tanti vincoli esistenti in altrettante opportunità architettoniche, utilizzandoli come gli elementi generatori della composizione e come occasione per arricchire e personalizzare gli spazi. Sono stati disegnati ambienti interni in cui gli elementi d’arredo (realizzati con grande perizia dalla Falegnameria RB) fossero integrati il più possibile nelle nuove murature e delimitassero spazi dalle forme geometriche regolari e funzionali, nascondendo le irregolarità murarie che avrebbero determinato frammentarietà e disordine visivo.
Per quanto riguarda gli aspetti tecnico-costruttivi, i lavori sono stati seguiti da Giampiero e Frédéric con cura quasi maniacale e realizzati dalla SER s.r.l. Servizi Edili Riminesi mentre, con altrettanta meticolosità, l’architetto e Mary hanno affrontato quelli di natura estetico-formale relativi sia alle scelte dei rivestimenti (acquistati presso lo showroom F.lli Anelli) che alle cromie dei materiali e delle tinteggiature.
Nuance (dal marrone scuro al beige, con l’inserimento di alcune note di bianco) alle quali sono state abbinate le particolari textures dei materiali, come i rivestimenti delle ceramiche effetto pizzo o effetto corten, la carta da parati nella testata del letto, le laccature delle porte e di alcuni arredi contrapposte all’effetto cuoio, o la rasatura effetto seta degli intonaci parietali. Un’ulteriore particolarità della casa è rappresentata dall’articolazione dei controsoffitti che, sebbene sia stata dettata dai sofisticati impianti termico ed elettrico, ha consentito di avere una gerarchizzazione dei volumi, determinando diverse quote in altezza che hanno permesso un abbassamento nelle zone di passaggio.
Queste progettazioni sono state coadiuvate dall’illuminazione artificiale che, ricavata all’interno dei controsoffitti, è stata disposta in maniera tale da sottolineare le rigorose geometrie compositive dell’appartamento.

 






Clicca qui per visionare altre splendide case.


 

Related posts