Lisa Lazzaretti

Pensare all’Ornamento

Solo chi ama l’ornamento sa amare il vuoto e chi conosce il decoro è capace di affrontare il nulla. Illustrazioni, leggere narrazioni, ricami grafici sono tutt’altro che forme secondarie e minori del fare artistico: rappresentano, di contro, una via al pensare, un’identità, una ricerca di senso. Le tessiture umane, le ragnatele dense di figure acrobatiche e precipitanti della giovane pittrice Lisa Lazzaretti giocano con lo spazio aperto, con il rischio del bianco, con un abisso di carta, di tela, di parete. Danno il senso del brivido che il supporto come accoglienza, curvatura intellettuale continua a offrire a chi vi entra col proprio minuto lavoro. Dimorare nella conca dello spazio esercita l’eleganza della Lazzaretti che possiede un vigore cinematografico, un intuito di maestra dell’animazione, una vocazione alla cinesi e al turbine morbido che trasforma i figuranti umani, in piume o in foglie plananti verso un centro invisibile, secondo moti spiraliformi, ellittici, parabolici.
Guardare le sue minuziose fatiche costringe a riflettere sulla funzione della figura umana, consegnata al ruolo di pura, sofisticata linea del disegno, a semplice macchia cromatica, senza, tuttavia, che questo fato sia drammatico, bensì lieve e delicato come un racconto d’infanzia, una fiaba orientale, un cartone animato.

A cura di Alessandro Giovanardi, Critico d’Arte.

maison-art-lisa75x75Artista: Lisa Lazzaretti
[email protected]
www.lisalazzaretti.blogspot.com

Redazione

La Prima e Unica Rivista di Casa della Repubblica di San Marino e Circondario.

Related posts

Giorgia Moretti

Giorgia Moretti

23 Novembre 2009

Sabrina Foschini

Sabrina Foschini

30 Gennaio 2012

Alexa Invrea

Alexa Invrea

27 Agosto 2010

Alexandra Purcaru

Alexandra Purcaru

28 Marzo 2010

Valentina Perazzini

Valentina Perazzini

31 Marzo 2011

La Biennale di Venezia

La Biennale di Venezia

30 Novembre 2017

La Maison e Lifestyle Magazine