La ritmica è pronta a spiccare il volo

Intervista a Fabrizio Castiglioni, Presidente della Federginnastica

È lo sport femminile per eccellenza e a San Marino conta un movimento di circa duecento atlete, in costante crescita. Stiamo parlando della ginnastica ritmica, che ha visto la luce sul Titano nel vicino 1995 all’interno della Federazione Sammarinese Ginnastica, che di anni d’attività ne conta cinquanta (è nata nel 1968) e che ha già portato alcuni atleti alle Olimpiadi. Il più famoso, senz’altro Maurizio Zonzini che partecipò a quelle di Los Angeles nel 1984. Di questa disciplina parliamo con Fabrizio Castiglioni, presidente federale dal gennaio 2017, dopo otto anni nella società Ginnastica di San Marino.

“La ritmica è portata avanti da due società – spiega il presidente Castiglioni. – La Ginnastica San Marino e la Mya Gym. Le atlete sono, complessivamente, circa duecento e vanno dai 4/5 anni fino ai 20/21. Nani Londaritze, la direttrice tecnica delle nostre nazionali, che viene dalla Georgia e ha già portato diverse ragazze di varie nazionalità alle Olimpiadi, ha selezionato un gruppo di 14 ginnaste che allena personalmente quando sale sul Titano, un paio di volte al mese. Per il resto del tempo, le ragazze sono allenate dai loro tecnici di società. Con queste atlete partecipiamo a tutte le più importanti competizioni mondiali. Alla World Cup di Pesaro, in aprile, e ai mondiali di Sofia, in settembre, ci siamo presentati con Lucia Castiglioni e Monica Garbarino, le nostre atlete più mature. Mentre agli Europei Junior di Guadalajara, in giugno, sono state Elettra Massini e Giulia Casali a rappresentare i colori di San Marino”.

La partecipazione a queste manifestazioni internazionali che rappresentano il top della ritmica nel mondo è prestigiosa ma le atlete sammarinesi svolgono una costante attività anche in Italia. “Come Federazione partecipiamo ai Campionati italiani di serie C – racconta Castiglioni – Lo scorso 21 ottobre, nella prima prova, abbiamo “giocato in casa”, per così dire e abbiamo raccolto un quarto posto. Ammetto che mi sarebbe piaciuto premiare le nostre ragazze sul podio ma va bene anche così; è stato un egregio piazzamento. L’importante è continuare a crescere sia nelle prossime prove del Campionato Italiano, a Pisa e a Foligno, così come nelle competizioni internazionali. Infatti, mentre le più grandi saranno in gara a Pisa, le più piccole parteciperanno a un torneo a Lubiana, in Slovenia e chiuderemo il 2018 con una delegazione in Lussemburgo, alla fine di dicembre. Le due società, Ginnastica San Marino e Mya Gym, durante la stagione partecipano a diversi campionati, di vario livello, della Federazione Ginnastica d’Italia. In Aprile, Lucia Castiglioni ha conquistato il terzo posto nell’esercizio al nastro del Campionato nazionale di Specialità, mentre a fine mese la squadra Allieve ha ottenuto l’ammissione al Campionato nazionale che si svolgerà a Desio”.

La crescita del vostro movimento non è solo relativa all’aspetto agonistico. “Nel 2017, appena insediato il nuovo consiglio – continua Castiglioni – una delle prime cose che abbiamo fatto è stata iscrivere al corso di giudice internazionale Federica Protti, una nostra tesserata. Quest’anno Federica ci è stata richiesta dalla Federazione Internazionale come giudice alle recenti Olimpiadi giovanili di Buenos Aires, segno che è molto brava e che viene tenuta in grande considerazione. Questa convocazione non può che essere motivo d’orgoglio per tutta la Federazione”.

Come presidente federale, quali sono i suoi obiettivi? “Consolidare l’attività fatta nel 2018 e ripresentarci sui palcoscenici mondiali anche nel 2019, comprese le Universiadi di Napoli che si terranno a luglio e alle quali vorremmo partecipare con due atlete. Inoltre, organizzare la sesta edizione della San Marino Cup. Quest’anno abbiamo avuto la partecipazione di 250 atlete ed è stato un successo. Continuare con questo appuntamento, ormai diventato una piccola “tradizione”, sarebbe un altro segnale di forza della Federazione”.

di F. Semprini