Modifica preferenze cookie

Lavanda: pianta “magica” dai mille impieghi

La lavanda, con i suoi magnifici e rilassanti cuscini di fiori color viola è una delle piante che più è legata ai ricordi delle nostre giornate estive.
Non è però un caso che fiorisca durante l’estate: i suoi fiori e gli estratti che ne derivano, infatti, sono un valido aiuto per diversi disturbi comuni in questo periodo.

La preparazione più utile e versatile è sicuramente l’olio essenziale: dal punto di vista fisico e psicologico ha un’azione calmante e rilassante ed inoltre possiede interessanti proprietà antisettiche, analgesiche e cicatrizzanti. E’ molto ben tollerato e può essere usato puro sulla pelle per lenire il prurito delle punture di insetti e zanzare. Ha inoltre la capacità di respingere questi sgraditi ospiti. Può essere utilizzato quotidianamente sul cuoio capelluto nei bambini per prevenire le sempre più frequenti infestazioni da pidocchi.

Diluito in olio o crema per massaggi è utile per lenire il fastidio ed il prurito derivante da un’esposizione solare troppo prolungata o dalle irritazioni cutanee da sudore. Un uso costante inoltre  può  aiutare a schiarire le macchie scure della pelle. Dal punto di vista psichico si tratta di un calmante emozionale in caso di emozioni eccessive e nello stesso tempo di un tonico per chi si sente giù, permette infatti di far ritrovare il proprio equilibrio e di attenuare i pensieri ricorrenti. Massaggiata sulle tempie aiuta in caso di cefalea muscolo-tensiva. Tanti altri sono gli usi di questa pianta “magica”, ritenuta capace di attrarre le energie positive, una pianta che sicuramente non deve mai mancare nell’armadietto dei rimedi.

Rubrica a cura di: Dott.ssa Silvia Zonzini – Erborista ed Ostetrica

Per info: OFFICINA DELLE ERBE
Via Consiglio dei Sessanta, 153
Dogana – Rep. San Marino
Tel. 0549 909546
www.officinaerbe.com

Redazione

La Prima e Unica Rivista di Casa della Repubblica di San Marino e Circondario.

La Maison e Lifestyle Magazine