Modifica preferenze cookie

San Marino che produce. Alessia Gennari, wedding planner.

Alessia Gennari, wedding planner
“Il mio non è un lavoro, è una passione”

Alessia Gennari, titolare di Alessia Wedding Planner, ama profondamente la sua attività e quando le si chiede perché le piace così tanto risponde: “E’ una passione. Mi ha sempre affascinato e non pensavo nemmeno potesse diventare il mio lavoro. Invece, ho finito per lasciare le mie altre occupazioni per dedicarmi a questa professione che mi appaga moltissimo dopo ben dieci anni di attività”.

Per cosa si distingue dalle altre wedding planner?

Vivere ogni singolo matrimonio a pieno, come se si sposasse la mia amica del cuore. Mi piace creare un forte legame con la coppia che si sposa, anche perché ci si frequenta per tanto tempo e solo entrando in piena sintonia si può arrivare a creare il matrimonio perfetto per ognuno. Questa è una delle cose che mi piace di più della mia attività: l’aspetto delle relazioni umane. Vedere gli sposi, i parenti e tutti gli invitati felici, è la gratificazione più grande. Ed ogni volta mi prometto di resistere, ma nei momenti clou, come l’ingresso in chiesa, il taglio della torta e il ballo degli sposi, ho troppa emozione dentro e mi parte la lacrimuccia.

Pensa che la sua figura sia fondamentale per un matrimonio?

“Lo è diventata. Quando ho iniziato dieci anni fa non si sentiva l’esigenza così forte come oggi. Tutti lavorano tanto e hanno tantissime cose a cui pensare, ed organizzare un matrimonio assorbe davvero tanta energia. La wedding planner è fondamentale per organizzare ed ottimizzare i tempi, guidare gli sposi nella scelta del matrimonio perfetto per loro, trovare la location e scegliere tutti i vari fornitori. Ed infine, coordinare tutti e tutto non solo nei giorni e nelle settimane che precedono il matrimonio, ma anche il giorno stesso, dove i giusti tempi sono assolutamente fondamentali per la buona riuscita della festa. Alle coppie dico sempre: “Voi, i vostri genitori e i vostri amici dovete pensare a divertirvi e a rendere indimenticabile questa giornata, per tutto il resto ci sono io”. “Amo il mio
lavoro”

Cosa le piace di più del suo lavoro?

“A parte il legame che si crea con gli sposi, direi progettare e personalizzare gli allestimenti in relazione ai gusti degli sposi. Amo prendermi cura di tutto, a partire dallo studio della partecipazione, alla confettata, il tableau. Possono sembrare elementi di contorno, ma vi garantisco che sono dettagli che fanno la differenza”.

Ha disponibili vari servizi in base alle differenti esigenze di ogni coppia?

“Certamente. C’è chi viene da me e ha necessità di organizzare il proprio matrimonio dall’inizio, e c’è chi invece ha già alcuni o tutti i fornitori e quindi io li aiuto ad individuare il tema e lo stile delle nozze attraverso un fil rouge dell’evento. Ed ovviamente mi metto a disposizione per coordinare le tempistiche di tutto, sia prima delle nozze che il giorno stesso. La differenza tra avere una wedding planner e non averla è godersi l’attesa del giorno più bello con la serenità di sapere che c’è qualcuno che pensa a tutto, evitando lo stress di doversi occupare delle mille cose che ci sono.

Come sceglie i fornitori?

“Questi dieci anni d’esperienza hanno fatto sì che si sia creato un legame di fiducia con un ventaglio di fornitori che scelgo a seconda del tipo di matrimonio che andiamo ad organizzare. I gusti degli sposi sono differenti, i budget sono differenti, lo stile è differente, ed è quindi mio compito selezionare il giusto fornitore in relazione al matrimonio che andiamo ad organizzare.

Ci racconta un po’ di lei? Come lega un lavoro così stressante con la vita di tutti i giorni?

“Eh… sono mamma di due bambini piccoli: Gioia di quattro anni e Federico di due. Diciamo che devo essere brava a incastrare tante cose ma con l’aiuto di mio marito Loris e delle nostre famiglie ci riesco bene. Ho già detto come io tenga tantissimo a seguire con accuratezza ogni matrimonio, e quindi scelgo di non prendermi in carico più di una decina di coppie ogni anno. Questo a garanzia di qualità del servizio senza rischiare di togliere nulla alla mia famiglia.

Come si vede fra dieci anni?

“Ogni tanto ci penso. Amo questa attività nella quale non si finisce mai d’imparare. Per cui fra dieci anni mi vedo ancora come wedding planner. Sarò certamente cresciuta, d’altra parte 20 anni di esperienza saranno meglio di 10! Vedremo, ho delle idee su come si svilupperà questo mondo, non c’è fretta. Per me è solo importante fare bene, rendere unico e indimenticabile e godermi a pieno ogni matrimonio. Il resto viene da sé col tempo.

 

Alessia Gennari – Wedding Planner

 

Redazione

La Prima e Unica Rivista di Casa della Repubblica di San Marino e Circondario.

La Maison e Lifestyle Magazine