Modifica preferenze cookie

San Marino che produce. Luigi Sartini uno Chef stellato in Gastroteca

Dopo il ristorante Righi, una nuova avventura per il bravissimo cuoco romagnolo.

Lo chef Luigi Sartini è una delle firme più importanti dell’enogastronomia della Valmarecchia. Ne fanno fede la Stella Michelin conquistata nel 2008, per tredici anni consecutivi, quando guidava da par suo le cucine del Ristorante Righi in Piazza della Libertà, ma anche il suo percorso professionale. Negli anni ‘80 quando frequentava l’Alberghiero Malatesta di Rimini, si esercitava nelle cucine dell’Hotel Ambasciatori e dell’Hotel Des Bains a Riccione al seguito del suo maestro, il grande Gino Angelini. A fine decennio, da Gualtiero Marchesi a Milano, l’altro suo grande mentore. Infine, dal 1990 da Righi a San Marino che ha anche gestito dal 2016 in poi.
“Ci arrivai per caso – racconta Sartini – ero lì per prendere accordi per organizzare il pranzo di battesimo di mia figlia e mi fu proposta un’opportunità di lavoro. Accettai e… le cose andarono bene”.

 

La Gastroteca: novità assoluta

 

Oggi lo chef propone una nuova creazione: la Gastroteca di Casa Sartini.

Aperta da fine settembre, rappresenta una novità assoluta per San Marino.
“È sia una gastronomia che una bottega da asporto ed enoteca – spiega. – Proponiamo grande genuinità sia nei prodotti preparati da noi che in quelli dei nostri fornitori (che sono stati scelti dopo una ricerca certosina, dei quali la gran parte sono PRESIDI SLOW FOOD). Le conserve, i formaggi, i salumi passando per i dolcetti e tutte le referenze che si trovano sui nostri scaffali, provengono da piccole e genuine realtà che fanno della qualità il loro credo. Questo approccio è stato utilizzato anche nella selezione dei vini. Nessuna offerta banale ma bottiglie sincere e peculiari sia del territorio limitrofo che di tutto lo Stivale, rispetto alle quali l’integrità fa da padrone. Nel banco della Gastroteca di Casa Sartini si propone un menù fisso e uno giornaliero, tenendo sempre in conto la stagionalità della materia prima. “Mi preme sottolineare che tutto quanto viene cucinato rigorosamente da noi: la pasta fresca, il pane, la focaccia e i crackers, dolci inclusi. Nella nostra bottega proponiamo piatti di mare e di terra legati sia alla nostra tradizione sia alle altre culture. Oltre al menù giornaliero è possibile soddisfare le proprie richieste prenotando per tempo.

 

Gastroteca, affare di famiglia

 

Alla Gastroteca, che si trova in Via del Bando 61 a Borgo Maggiore, lavorano in sette e quattro sono “di famiglia”. Oltre a Luigi, ci sono la moglie Francesca Bacciocchi e la figlia Melania. Alla cantina provvede Lorenzo Tasini, sommelier e compagno di Melania. L’orario di apertura è continuato: dalle 10 alle 19.30 dal martedì al sabato e dalle 9.30 alle 13.30 la domenica. Farci un salto, anche senza impegno, ne vale sicuramente la pena per gustare le preparazioni di Luigi Sartini e, nel periodo natalizio, ma non solo, è sicuramente una buona tappa per qualche gustoso regalino.

Un’ultima domanda: perché avete creato il brand Casa Sartini?

“Oltre alla Gastroteca gestiamo anche un servizio di catering e non è detto che non si sviluppino nuove idee nel corso dei prossimi anni. Ci interessava creare un marchio che tenesse tutto sotto il suo ombrello e ci riconoscesse per quello che siamo”.

Certo che ne è stata fatta di strada, da quando Luigi, ancora bimbo, in quel di Pennabilli guardava e imparava i segreti della cucina delle sue nonne.

 

 

CASA SARTINI

Redazione

La Prima e Unica Rivista di Casa della Repubblica di San Marino e Circondario.

La Maison e Lifestyle Magazine